16/05/2017

SUPERBIKE IMOLA: VITTORIE, PODI E SODDISFAZIONI PER I NOSTRI PILOTI!

La gara di Imola è stata un successo su tutta la linea per i pilorti Nolangroup, impegnati in quella che per noi è una delle gara di casa. 3 vittorie per i piloti Ducati, Davies e Rinaldi (a cui va aggiunto il podio di Marco Melandri in Gara1), consacrano il nostro made in Italy a pochi km dai nostri impianti produttivi!

Questioni aziendali e campanilistiche a parte, siamo fieri, ancora una volta, di aver assistito ad un altro week end di spettacolo che si è trasformato in grande soddisfazione per tutti coloro che collaborano, ogni giorno, per fare di Nolan un successo Italiano da quasi 45 anni!

Qui sotto potete leggere i nostri risultati e le dichiarazioni dei nostri ragazzi, con la speranza che farete il tifo per noi anche nella prossima trasferta di Donington Park, in UK.

E adesso, consentiteci una piccola raccomandazione: divertitevi con Nolan responsabilmente, sia che andiate al lavoro, sia che passiate le vacanze con noi. Le moto sono un passatempo che richiede attenzione!


SUPERBIKE


CHAZ DAVIES GARA1 1°

"Fin qui, è stato un weekend perfetto. Credo che questa pista si addica davvero sia alla Panigale R che al mio stile di guida. Abbiamo fatto un passo avanti in accelerazione quest'anno, e qui è stato di grande aiuto in uscita dalle chicane. Inoltre, penso che le caratteristiche del tracciato favoriscano i miei punti di forza come pilota. Stavo cercando di controllare il margine su Rea, gestendo le gomme, ed il nostro passo era molto costante. È stata una gara solitaria, ma non facile. Domani sarà diverso, partendo dalla nona posizione. Dovremo essere pazienti e stare lontano dai guai nei primi giri. Possiamo ancora migliorare a livello di elettronica, ma sicuramente non faremo grandi stravolgimenti. Grazie a tutti i ducatisti per il grande tifo!".


MARCO MELANDRI GARA1 3°:

"Salire sul podio davanti ai nostri tifosi è fantastico, ma è stata una gara dura. Fin da questa mattina abbiamo avuto un po' di problemi. Non mi sentivo ancora completamente a posto in frenata, ed in fase di accelerazione dovevo spesso chiudere il gas nei cambi di marcia, senza riuscire sfruttare tutta la potenza del motore. Ad ogni modo, Chaz era velocissimo, soprattutto nel terzo settore, e per non perdere terreno all'inizio ho fatto qualche errore. Dopo alcuni giri, con meno benzina nel serbatoio e la moto più leggera, siamo migliorati. Ero pronto a lottare con Sykes e in generale mi aspettavo di giocarmela con le Kawasaki, ma non siamo riusciti a sfruttare pienamente il nostro potenziale e voglio fare di meglio domani".


CHAZ DAVIES GARA2 1°:

"Che weekend! Per la prima volta quest’anno, siamo stati il punto di riferimento fin dall’inizio. Siamo riusciti a trovare il nostro ritmo già dal venerdì, e da lì è stato tutto più semplice. La squadra ha fatto un grande lavoro, la moto ha funzionato alla perfezione in entrambe le gare, in condizioni diverse, ma oggi non si poteva dare nulla per scontato. Alla prima partenza siamo rimasti bloccati nel traffico, mentre dopo le bandiere rosse ho trovato un buono spunto e sono riuscito a fare le mosse giuste e portarmi in una buona posizione. Il passo di Sykes era molto veloce, ed ho dovuto mettercela tutta per andare a prenderlo. Dopodiché, ho cercato semplicemente di fare il mio ritmo, ed è bastato. Grazie a tutti i tifosi italiani per essere venuti a sostenerci qui, ci hanno dato una spinta speciale".


XAVI FORES GARA1 5°:

"Sono molto contento perché non mi aspettavo una gara così dopo i pochi giri che avevamo fatto nel week end. Ho fatto una buona partenza ed ero costante sul 1'47''. Vedevo davanti Tom Sykes e Marco Melandri e stavo spingendo forte per cercare di stare con loro, ma avevano un passo leggermente più veloce. Per noi questo quinto posto è come un podio".


MARCO MELANDRI GARA2 5°:

"È stata una giornata difficile per noi, non possiamo essere soddisfatti perché il risultato ottenuto è lontano dal nostro potenziale. Ieri siamo comunque riusciti a salire sul podio, ma avevamo già dei problemi in accelerazione e purtroppo non siamo riusciti a risolverli. La ruota perdeva contatto dal terreno nei cambi di marcia, e questo ci ha penalizzato molto in uscita dalle curve lente. Inoltre non avevo fiducia a sufficienza in inserimento di curva per provare a passare Forés. Ringrazio comunque i tifosi per il loro supporto, è stato incredibile e mi ha reso molto orgoglioso di rappresentare la bandiera italiana con una moto italiana. Ci rifaremo a Donington."


LEON CAMIER CAMIER1 6°:

"Oggi abbiamo corso un’ottima gara qui ad Imola e non posso che ritenermi soddisfatto. Anche in qualifica siamo andati molto bene, segno che il feeling con la moto su questo tracciato è davvero positivo. Forse domani il clima cambierà leggermente e dovremo lavorare nuovamente sul setting della moto, anche perché ho bisogno di essere più veloce nella prima fase di gara. Ad ogni modo, adoro questa pista ed il pubblico italiano e non vedo l’ora di poter tornare in pista per Gara2."


XAVI FORES GARA2 4°:

"Sono veramente contento di come è andata la gara perché se togliamo i primi giri in cui non riesco ad essere veloce come i primi tre/quattro piloti, il nostro passo è velocissimo. Abbiamo lottato con Melandri e alla fine siamo arrivati davanti, quindi per noi è come un podio. Abbiamo fatto un gran bel lavoro e, anche se venerdì sono scivolato due volte, ogni volta che scendiamo in pista ci avviciniamo ai primi tre e questa è la cosa che mi motiva di più."


SUPERSPORT


ALESSANDRO ZACCONE 10°:

"Sono molto contento di questo decimo posto nel mondiale, sia perché è il miglior risultato stagionale fino ad ora e soprattutto considerate le difficili condizioni fisiche in cui ho corso. Il problema alla spalla mi ha condizionato fortemente per tutta la gara e se non fosse stato per il dolore, sono certo che avrei potuto fare molto meglio, perché la moto qui andava davvero forte."


SUPERSTOCK 1000


MICHAEL RUBEN RINALDI 1°:
"È stato un weekend molto positivo, dove abbiamo costruito una vittoria partendo dalla pole position. Ma è stata una gara strana, con diverse interruzioni, e non era facile restare concentrati. Abbiamo deciso di cambiare la frizione prima dell’ultima ri-partenza. Una scelta rischiosa ma ragionata, che alla fine ha pagato. La mia strategia era quella di spingere fin dall’inizio per prendere margine, e ci siamo riusciti. Speriamo di ripeterci a Donington, ma abbiamo corso solo tre gare e dobbiamo restare concentrati perché gli avversari sono sempre pronti a reagire".


MARCO FACCANI 4°:

“La gara è stata difficile e delle due ripartenze la terza è quella che è purtroppo mi è venuta peggio. Facevo fatica a fermare la moto in staccata e soprattutto a difendermi. Con il passo che avevo, direi che la posizione era più o meno quella, era difficile fare di più oggi. Le condizioni non erano certo facili. Comunque ringrazio tutto il team che ha lavorato tanto e alla fine abbiamo portato a casa un po’ di punti. Mi auguro di poter fare meglio tra due settimane a Donington.”


  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4