• slider-img1

20/06/2011

Aragon SBK: la riscossa di Melandri.

Dopo la conquista della SuperPole di sabato, Per Marco Melandri e Nolan X-802 arriva anche la vittoria in una spettacolare Gara 1 e il secondo posto in gara 2.
E' dunque il GP della riscossa di Marco. un pò sottotono nelle ultime Gare, che ridà fiducia e morale al nostro Campione.  Gara 1 è stata veramente spettacolare e combattuta dove il nostro portacolori ha saputo fare la differenza negli ultimi giri contro un agguerritissimo Biaggi.
Gara 2 ha visto Marco continuamente alla ruota dell'avversario di Gara1 fino a quando al giro 17 il nostro pilota è quasi caduto per una perdita di aderenza, che lo ha consigliato di tenere a freno ogni velleità, e di accontentarsi di un comunque meritatissimo secondo posto.
“Una giornata fantastica“, commenta Marco Melandri. “Biaggi era davvero forte e veloce, non è stato facile passarlo nelle due gare. Ci sono riuscito nella prima sfruttando un suo errore, mi sono così ritrovato in testa con una buona fiducia in sella alla mia moto ed è arrivata la vittoria. In Gara 2 con le temperature più elevate le condizioni erano davvero critiche per le gomme, sul finale ho rischiato di perdere l’anteriore e per fortuna sono rimasto in sella anche se ormai avevo perso il contatto con Biaggi. E’ stato comunque un buon week-end, non posso che esser soddisfatto per questi risultati dopo la delusione di Misano Adriatico“.

Non è andato così bene al nostro leader del Campionato Carlos Checa (X-lite X-802) che sicuramente sperava di fare meglio nella gara di casa. Partito dalla prima fila con il quarto tempo, in Gara1, Carlos ci ha messo un pò di tempo a trovare il ritmo giusto ma, quando sembrava che la furibonda rimonta nel tentativo di raggiungere i fuggitivi andasse a buon fine, uno spettacolare highside con conseguente botta alla spalla, lo ha costretto al primo zero stagionale. Anche la seconda manche non è partita bene, infatti alla fine del primo passaggio Carlos aveva perso due posizioni rispetto alla partenza, ma una condotta di gara più cauta e a un passo costante fino alla fine, gli hanno consentito di raggiungere il gradino più basso del podio con un meritato terzo posto.
“Mi dispiace un po’”, ammette Carlos Checa, “perché sarebbe stato fantastico vincere qui davanti ai tifosi spagnoli. Sicuramente non ci voleva la caduta di gara 1. Spingevo forte per chiudere il gap fra di me ed i leader e sono scivolato. Stavo ricuperando pian piano su di loro e quindi mi dispiace perché avrebbe potuto essere una bella gara. Non so se sarebbe stato possibile vincerla ma volevo almeno raggiungerli. Comunque queste sono le corse e fortunatamente ho potuto fare Gara 2, nonostante un po’ di dolore alla spalla.E’ stata una lezione e imparerò da quello che ci è successo oggi. Abbiamo cambiato la gomma per Gara 2 ed è stata una decisione intelligente ma non sono riuscito a chiudere il gap che si era venuto a creare tra me Biaggi e Melandri. Nell’ultima fase la moto cominciava a muoversi molto e non potevo recuperare ulteriormente. Sono comunque soddisfatto. Sappiamo di essere in ottima forma, io, il team e la moto e quindi andiamo fiduciosi al prossimo evento di Brno dove continueremo a lottare per le vittorie e per il campionato”.
Bene anche Ayrton Badovini (X-lite X-802), ottavo in gara1 e decimo in gara 2.
In campionato Carlos è sempre al primo posto con 261 punti, Marco è terzo a quota 195 mentre Badovini è decimo a a 86.
Prossima gara il 10 luglio a Brno.

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4