• slider-img1

29/08/2011

Indianapolis MotoGP: Stoner e Nolan X-802 dominatori incontrastati.

Sembra davvero inarrestabile la marcia del nostro Casey Stoner e del suo Nolan X-802 verso la conquista del mondiale MotoGP;  sette vittorie su dodici gare di cui l e ultime tre una dietro l'altra (Laguna, Brno e Indianapolis).
Partito dalla Pole Position ha lasciato sfogare gli avversari fino a quando, dopo pochi giri, ha preso il comando e non c'è stato più nulla da fare per nessuno. Stoner con questa vittoria  (la trentesima in MotoGP) è il primo australiano in assoluto a salire il gradino più alto del podio dell'Indianapolis Motor Speedway in 102 anni di storia.
CASEY STONER:
“La partenza è stata buona anche se potevo essere più aggressivo alla prima curva, perchè già alla seconda Pedrosa era riuscito a passarmi in staccata mentre io non avevo ancora i freni scaldati al punto giusto e ho rischiato di tamponarlo: per fortuna non è successo niente e ho potuto proseguire la corsa.Va detto che questa gara è stata durissima, faceva molto caldo e la pista a mio modo di vedere era più scivolosa rispetto alle prove, questo ha creato diversi problemi e anche per noi piloti era difficile capire quanto spingere: ho anche rischiato di cadere una volta, mi si è chiuso il davanti e soltanto con il ginocchio sono riuscito a rialzare la moto e restare in sella. Dopo questo inconveniente ho ritrovato la fiducia e sono stato in grado di passare Pedrosa e andare in fuga. Sono davvero molto soddisfatto perchè è stata una gara difficile, ma siamo riuscito a vincere per un weekend davvero fantastico a Indianapolis dove tutto è andato per il meglio“.

Delusione invece per l'altro nostro portacolori Jorge Lorenzo (X-lite X-802) che, nonostante fosse partito con il terzo tempo non è riuscito a conquistare il podio giungendo quarto sotto la bandiera a scacchi.
JORGE LORENZO:
“Mi ero presentato a Indianapolis con la speranza di ridurre il gap da Casey Stoner in classifica, ma qui abbiamo problemi da venerdì. Ho provato di tutto modificando più volte la messa a punto per cercare di risolvere il problema di usura delle gomme, ma non c’è stato verso: dopo 4-5 giri le gomme erano completamente distrutte. I tre piloti davanti a me sul traguardo non hanno incontrato questi problemi ed onestamente non mi spiego come sia possibile: anche Spies, che è stato costretto a recuperare dopo una brutta partenza e ha disputato una bella gara, si è trovato con le gomme in buone condizioni. Non so come sia stato possibile tutto questo, di sicuro per me il campionato non è finito, ma senza dubbio più complicato. Io continuo a sperarci, niente è perduto e spero di rifarmi a Misano Adriatico perchè mi serve dimenticare subito questo fine settimana“.
Con questo risultato CASEY STONER che conduce la classifica generale porta a 44 punti il suo vantaggio su JORGE LORENZO che è secondo.
Il nuovo appuntamento è a Misano il prossimo weekend.

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4